Illecito, risarcimento e (nuove) funzioni della responsabilita’ civile

0
31

Autor: Massimo Paradiso. Ordinario di Istituzioni di diritto privato, Università di Catania. E-mail: mparadiso@lex.unict.it

Resumen: Nello scritto si sostiene che, a seguito delle innovazioni normative succedutesi in questi anni, è necessario spezzare l’endiadi responsabilità-risarcimento, prendendo atto che sono ormai diversificate le conseguenze che la legge collega alla responsabilità civile, e cioè a quella peculiare forma di tutela “obbligatoria” che – a differenza della tutela “reale” o in forma specifica – si sostanza nell’obbligo di effettuare una prestazione pecuniaria: questa invero non di rado assume oggi contenuti e funzioni che non possono ricondursi all’esigenza, propria del “risarcimento”, di riparare il pregiudizio arrecato.

Palabras clave: tutela contro l’illecito; risarcimento; responsabilità

Abstract: The paper highlights that, also as a consequence of the regulatory innovations that have occurred in recent years, it is necessary to break the hendiadys responsibility-compensation, noting that the consequences that the law assigns to civil liability, that – unlike the “real” protection in a specific form – is substantiated in the obligation to make a pecuniary service: in fact, this “pecuniary service” actually assumes in the various cases contents and functions that cannot be traced back to the need, proper to “risarcimento”, to repair the caused injury.

Key Words: protection against unlawfulness; compensation; liability

Sumario:
I. PREMESSA: LA RESPONSABILITA’ CIVILE TRA SANZIONE E RIMEDIO E LE DIVERSE CONCEZIONI SULLE RELATIVE FUNZIONI.
II. LA FUNZIONE DELLA RESPONSABILITA’ CIVILE: LA CONCEZIONE “ETICA”.
1. La concezione “tecnica”.
2. La concezione “mista” e la concezione unitaria.
III. CONFIGURAZIONI DOTTRINALI E MUTAMENTI DEL QUADRO NORMATIVO. – IV. LE DIVERSE TIPOLOGIE DI TUTELA CONTRO L’ILLECITO.
1. La tutela reale o in forma specifica e il suo carattere rigido o assoluto.
2. La tutela obbligatoria o per equivalente e il suo carattere relativo e flessibile.
V. LA ROTTURA DEL QUADRO NORMATIVO CONSOLIDATO: I DANNI PUNITIVI.
1. Le astreintes.
VI. L’ESIGENZA DI RIMEDITAZIONE DELLE RAGIONI POSTE ALLA BASE DELLA RESPONSABILITA’ CIVILE.
VII. LA TUTELA CONTRO L’ILLECITO, NATURALHESTELLUNG E RISARCIMENTO PER EQUIVALENTE. L’ESIGENZA CHE IL RISARCIMENTO SVOLGA (ANCHE) UN’UTILE “FUNZIONE SOCIALE”.
VIII. LE “FUNZIONI SOCIALI” SOTTESE AI DIVERSI CRITERI DI IMPUTAZIONE. COLPA E DOLO.
1. Responsabilità oggettiva.
2. La funzione di riequilibrio equitativo perseguita in alcune fattispecie. In particolare, gli atti leciti dannosi.
3. I danni non patrimoniali e la funzione di (mera) compensazione del pregiudizio che le suole essere assegnata.
4. La funzione marcatamente sanzionatoria dei danni punitivi e delle astreintes.
IX. L’ESIGENZA DI RICONDURRE A SISTEMA L’ASSETTO COMPLESSIVO DELLA DISCIPLINA VIGENTE. LA ROTTURA DELL’ENDIADI RESPONSABILITA’- RISARCIMENTO E LE DIVERSE TIPOLOGIE DI (CONSEGUENZE DERIVANTI DALLA) RESPONSABILITA’ CIVILE.

Revista indexada en SCOPUS (Q3), REDIB, ANVUR (Clase “A”), LATINDEX, CIRC (B), MIAR.

Referencia: Actualidad Jurídica Iberoamericana Nº 16 bis, junio 2022, ISSN: 2386-4567, pp. 2478-2495

print

Dejar respuesta

Please enter your comment!
Please enter your name here